INFERMIERE A 4 ZAMPE

 

Il nostro staff, a seconda delle esigenze della persona a cui sarà destinato i cane, è in grado di mettere in campo diversi tipi di addestramento. Ogni cane ha bisogno di 24 mesi di percorso di addestramento e, quando viene consegnato finalmente al suo umano, ha ricevuto circa 1500 ore tra istruzione e socializzazione!

Il nostro lavoro inizia con un’accurata selezione di Labrador Retriever, dopo un attento processo di valutazione. Il nostro staff controlla il temperamento, la facilità ad essere addestrato, la salute e gli attribuiti fisici di ciascun cane, oltre che la storia riproduttiva dei cani coinvolti nell’accoppiamento. Solo a questo punto viene scelto il meglio del meglio che entra a far parte del nostro programma di addestramento.

La scuola primaria

Già a otto settimane i cuccioli sono pronti per entrare nella scuola “INFERMIERI A 4 ZAMPE”!
In questa fase i cuccioli, se possibile, vengono collocati presso delle famiglie volontarie che aprono le loro case e i loro cuori per due mesi in modo da abituare il cucciolo a tutto quello che si fa normalmente con gli umani: in casa, fuori o in auto. Se questo non è possibile, i cuccioli vengono o seguiti direttamente dal nostro Staff. In entrambi i casi, i tutori, si occupano in primis della socializzazione ed inizieranno a mettere in atto un primo livello lavorativo orientato all’obbedienza. A 4 mesi i nostri cuccioli sanno già sedersi, scendere e salire, guardarci e dormire tranquilli da soli.

La scuola secondaria

La seconda fase dell’insegnamento comincia quando i cuccioli hanno circa 4 mesi e dura per tutto il primo anno di vita. In questo periodo tutti i cuccioli, a prescindere dalla loro destinazione, seguono lo stesso programma di addestramento. Già a 6 mesi si riesce a capire se sono più portati a diventare infermieri per un disabile fisico, per un disabile psichico, per un paziente autistico o per un diabetico. Entro 12 mesi imparano oltre 50 comandi tutti volti a svolgere azioni semplici ma di utilità quotidiana per le persone disabili. Quando è possibile, una volta stabilita la loro naturale inclinazione, alcuni di loro abitano o frequentano la casa in cui andranno a vivere con il loro umano speciale

L’università

Dopo il primo anno di età i cani iniziano la formazione avanzata e specialistica e, dopo aver esaminato bene le esigenze degli umani, si formano gli abbinamenti definitivi. In questa fase infatti si lavora quanto più possibile a contatto con il nuovo padrone che, a sua volta, dovrà imparare ad interagire con il cane, a prendersi cura di lui nei limiti delle sue capacità e possibilità. L’addestramento diventa personalizzato al massimo tenendo conto anche delle caratteristiche dell’ambiente in cui il cane dovrà andare a vivere e alle persone con cui dovrà interagire oltre al suo umano. In molti casi infatti, quando ci sono grosse limitazioni funzionali o cognitive, si rende necessaria la preparazione anche di un’altra persona che si prenda cura dell’animale. Di solito sono i genitori, i parenti o i tutor della persona disabile.